Il sostegno in famiglia e in casa-famiglia


Le adozioni a distanza

o, più propriamente,

il “sostegno in famiglia”

 o in “casa-famiglia”

Gli “Amici di Rimini & C.” sostengono a distanza 77 bambini in India e uno in Moldavia: Le loro famiglie sono in situazioni socio-economiche tali da non poterli mantenere o mandarli a scuola causa disoccupazione o malattie.7

Con il sostegno a distanza si assicura al bimbo scuola, cibo, eventuali cure mediche e un aiuto per integrare le misere risorse della famiglia. Il sostegno rappresenta spesso l’alternativa all’orfanotrofio e al “lavoro forzato”.

Chi sceglie di adottare a distanza si impegna almeno per un triennio ma in genere il legame affettivo diventa duraturo e accompagna il ragazzo o la ragazza fino al termine degli studi e alla loro sistemazione nella società. Questo percorso è seguito con grande attenzione dal personale dell’associazione e in particolare dalle nostre field workers, una sorta di assistenti sociali in loco che operano per aree territoriali e che, tra i vari compiti, si occupano di raccogliere e inviare notizie aggiornate sullo stato di salute, sul rendimento scolastico, sugli avvenimenti importanti riguardanti la famiglia e sull’aiuto erogato.

Qualora la famiglia non sia in grado di rispondere in modo adeguato al bisogno di cibo, cure, affetto ed istruzione, Namaste propone l’inserimento del bimbo in una delle case-famiglia, strutture a dimensione familiare che accolgono bambini e ragazzi, separatamente maschi e femmine. Qui o due genitori indiani o, più spesso, solo una mamma indiana, si prendono cura dei bimbi normalmente in aggiunta ai propri figli, offrendo loro, oltre al cibo casalingo, una buona educazione e un aiuto negli studi. Sono 14 i bambini o bambine adottati dalla sezione “Amici di Rimini” che vivono in case-famiglia, con risultati davvero incoraggianti.

Visitiamo ogni anno tutti i bimbi, scattiamo foto insieme a loro, ascoltiamo i bisogni delle famiglie su cui costruire il piano di azioni e riferiamo al rientro in Italia ai singoli sostenitori. Chi volesse aggregarsi a noi per conoscere da vicino la realtà è sempre gradito!

Tuttele informazioni per attivare un “sostegno a distanza” sono nella sezione “Scheda adesione”;  oppure  contattare il referente della Sezione di Rimini: Gabriele Burnazzi, tel. 338 6797018,  burnazzi.gabriele@gmail.com.