Case-Famiglia


Home for Boys (2015)

Le case-famiglia sono state create per rispondere in modo adeguato al bisogno di cibo, cure, affetto ed istruzione di tanti bambini, orfani o provenienti da famiglie che, per vari motivi, non sono in grado di prendersi cura di loro. In tali circostanze, i bambini solitamente finiscono per strada o, nel migliore dei casi, in orfanotrofio.
Proprio la miseria, materiale e morale, in cui normalmente vivono i bambini in istituto, verificata personalmente da alcuni membri di Namaste, ha determinato questa scelta, attualmente condivisa dai governi e da tutte le maggiori agenzie internazionali di aiuto ai bambini dei paesi poveri.

I bimbi della casa famiglia di Nisha

I bimbi della casa famiglia di Nisha

In queste case, tutte di proprietà dell’Associazione, vivono coppie di genitori o donne vedove/abbandonate (nelle case famiglia che accolgono ragazze la legge indiana vieta la presenza di uomini) con un buon grado di istruzione, talvolta con figli propri, che hanno deciso di accogliere con loro un certo numero di bambini e bambine, cui offrono, oltre ad un cibo casalingo, una buona educazione ed aiuto negli studi. L’Associazione dà loro uno stipendio e sorregge la loro attività attraverso incontri periodici con medici, psicologi, educatori, igienisti e nutrizionisti. Il menù è stato concordato e i controlli dei nostri operatori locali sono assidui, anche perché cinque case su sette sorgono proprio di fronte alla sede centrale di Namaste a Vellanad.

Le ragazze della Home for Girls

Le ragazze della Home for Girls

Queste sette case sono: la Home for Girls, che al momento ospita ragazze dai 13 ai 18 anni; la casa di Ambika, che invece ha ragazzine nel range prima media – prima superiore; la casa di Nisha, con bimbi e bimbe dai 4 agli 11 anni; la Casa delle Mamme, dove i più piccini sono in terza elementare, mentre le più grandi fanno le superiori; la Boys Home, che ha solo maschietti tra gli 11 e i 18 anni. Nel villaggio di Kottoor, invece, al limitare della foresta, ci sono le ultime due case dell’Associazione, costruite in memoria di Anna, che accolgono quasi esclusivamente bimbi e bimbe di casta Tribal, cioè che provengono dall’interno della foresta, dove non vi sono scuole o infrastrutture (per non parlare delle “comodità” quali luce elettrica, bagno, tavoli e sedie…). Questi bimbi, necessariamente, hanno bisogno di vivere altrove, per poter studiare! Le due case di Kottoor, una per i maschi e una per le femmine, sono state inaugurate nel novembre 2015 (http://www.namaste-adozioni.org/inaugurazione-delle-due-case-di-kottoor).

Le bimbe Tribal

Le bimbe Tribal

Ai sostenitori di questi bambini viene inviata la scheda con le notizie aggiornate ogni sei mesi, almeno una foto all’anno e viene incoraggiato lo scambio di corrispondenza, foto, piccoli doni tra adottante e bambino.
E’ anche possibile visitare la nostra Associazione in India e incontrare il proprio bambino, con l’assistenza logistica e il traduttore di Namaste.

L’impegno (morale) richiesto è per un minimo di tre anni.

L’importo annuo per l’adozione di un bimbo in casa-famiglia: 40 € mensili

I ragazzi della Boys Home e i maschietti Tribal

I ragazzi della Boys Home e i maschietti Tribal

Per aderire a questo progetto preleva e compila il modulo SOSTEGNO IN CASA FAMIGLIA e invialo via mail a namaste.onoreate@gmail.com (in alternativa puoi compilare online il modulo Scheda Adesione) e rispedisci via email i moduli che ti invieremo per formalizzare il sostegno a distanza.